Tripanosomiasi equina: enigmi e sfide diagnostiche

La tripanosomosi equina è un complesso di malattie infettive chiamate durina, nagana e surra. È causata da diverse specie del genere Trypanosoma che vengono trasmesse ciclicamente da mosche tse-tse, meccanicamente da altre mosche ematofaghe, o sessualmente. Trypanosoma congolense (subgenus Nannomonas) e T. vivax (subgenus Dutonella) sono geneticamente e morfologicamente distinti da T. brucei, T. equiperdum e T. evansi (subgenus Trypanozoon).

Rimane controverso se gli ultimi tre taxa debbano essere considerati specie distinte. Recenti epidemie di surra e di durina in Europa illustrano il rischio e le conseguenze dell'importazione della tripanosomosi equina tramite animali infetti in paesi non endemici. I dati sulla situazione epidemiologica sono frammentari poiché molti paesi endemici non segnalano le malattie all'Organizzazione mondiale della sanità animale, OIE. Altri ostacoli importanti al controllo della tripanosomiasi equina sono la mancanza di vaccini, la mancata efficacia dei farmaci sullo stadio neurologico della malattia, la definizione inconsistente dei casi e le limitazioni della diagnostica attuale. Soprattutto in considerazione del movimento sempre crescente di cavalli in tutto il mondo, non c'è solo l'ovvia necessità di farmaci curativi e profilattici affidabili, ma anche di accurati test e algoritmi diagnostici. Sfortunatamente, i segni clinici non sono patognomonici, i test parassitologici non sono sufficientemente sensibili, i test sierologici mancano di sensibilità o specificità, e i test molecolari non sono in grado distinguere i taxa all'interno del subgenus Trypanozoon. Per superare i limiti della diagnostica attuale per la tripanosomiasi equina, si raccomandano studi su test molecolari e sierologici più avanzati, con la massima sensibilità e specificità possibili. Si tratta indubbiamente di un obiettivo ambizioso, ma che è dettato da necessità terapeutiche. Tuttavia, a seconda delle opzioni di trattamento disponibili, potrebbe non essere sempre necessario identificare quale taxon del tripanosoma è responsabile di una determinata infezione.

Büscher P, Gonzatti MI, Hébert L, Inoue N, Pascucci I, Schnaufer A, Suganuma K, Touratier L, Van Reet N. Department of Biomedical Sciences, Institute of Tropical Medicine, Nationalestraat 155, 2000, Antwerp, Belgium.